Black Sabbath

Scritto da il 29/01/2020

I Black Sabbath sono stati uno dei complessi piu` influenti di tutti i tempi. Raramente un artista cosi` poco dotato tecnicamente e cosi` poco fantasioso ha avuto cosi` grande influenza sulle generazioni successive. I Black Sabbath portarono semplicemente il blues-rock alle sue estreme conseguenze: non solo ne dilatarono il formato come avevano fatto i loro maestri Cream e come stavano facendo i padri fondatori dell’hard-rock, i Led Zeppelin, ma i Black Sabbath lo privarono anche di qualsiasi contenuto intellettuale, di qualsiasi gesto virtuoso, di qualsiasi ambizione artistica. Il risultato fu una musica di una banalita` allucinante: accordi “minori” distorti e rimbombanti, groove mostruose, canto poco modulato. Venne quasi naturale ispirarsi al cinema dell’orrore: il canto era tanto musicale quanto i lamenti di Dracula, i riff erano tanto monolitici quanto le campane dell’inferno e i ritmi erano tanto fantasiosi quanto il passo delle processioni esoteriche. Il bassista Terry Butler calo` le loro “canzoni” in un universo estremamente degradato, una sorta di medioevo futuribile, popolato da una fauna di robot, subumani, alieni e spettri. I Black Sabbath non furono i primi a inventare il “dark sound”, ma furono quelli con cui divenne un genere musicale a se stante.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista